Moda Low Cost

Venerdì, durante la settimana della moda, ho partecipato al workshop di moda low cost di Dania per Donna Moderna.com.

(eccoci in questa foto su facebook).

Oltre ai consigli dati, che sono poi le linee guida che seguiamo per vestirci bene senza spendere e comprare troppo, ci sono modi per ricreare e riciclare la moda, cercando di creare un proprio stile a partire da pochi pezzi.

L’ideale sarebbe fare acquisti consapevoli, ma nello stesso tempo di buona qualità, per noi che siamo comunque un po’ fashion addicted, ma non sempre è possibile e allora proviamo a inventare noi la moda, soprattutto negli accessori che si possono rinnovare da sole con poca spesa.

Io ho trovato tutta una serie di consigli per un refashion: utilizzare quello che si ha già in casa per creare accessori o per arricchirli.


Da un’idea nelle mani tutte le cose da tenere quando si butta via qualcosa: bottoni, cerniere, nastri, pizzi, trine, merletti, fibbie o chiusure particolari, passamaneria, etichette di abiti simpatiche.

Le belle borse non passano mai di moda, dopo qualche anno diventano vintage e adesso il vintage è di moda, quindi non vanno mai buttate, ma vanno mantenute bene a al massimo pulite e lucidate quando si vogliono usare.


Se non sembrano così belle si possono provare a rinnovare con fiori, nastri colorati, spille decorative. Oppure se le borse sono proprio rovinate si possono ritagliare per creare delle spille a forma di fiore, con delle forme da piccolo a grande, sovrapposte, con una decorazione finale con perla o bottone al centro. Oppure si possono decorare borse di cotone con stencil e pennarelli per stoffa.

Un discorso a parte sono le borse create con materiale di scarto, come sacche caffè, linguette bibite, teloni pvc, vele, vecchie tastiere

Tra quelle che mi piacciono di più ci sono quelle di Garbagelab create utilizzando teloni pubblicitare in pvc.

E quelle di Kevlove, fatte con vecchie vele.

Torna su