Altra modifica in cucina

Anche se non ho ancora postato nulla, in realtà in questi mesi ho fatto parecchie cose, alcune molto piccole, altre un po’ più complesse.

Mentre la maggior parte delle persone in agosto è andata in ferie noi abbiamo comprato un frigorifero. No, scherzo, un po’ di ferie ce le siamo fatte pure noi, ma la maggior parte del budget delle ferie è andata comunque in questo nuovo acquisto.

Un frigo nuovo non è una cosa riciclata, anzi.

Però è comunque parte del nostro stile di vita, abbiamo sostituito il vecchio, dopo 11 anni di vita, con un Bosch classe A+++, che consuma la metà e questo per ridurre il nostro consumo annuo di KW.

Inoltre il vecchio frigorifero non è stato buttato, ma riutilizzato in un’altra cucina.

Ma c’è comunque un riuso di qualcosa e per farlo abbiamo dovuto rigirare un’altra volta la cucina.

Visto che il nuovo frigo non è più incassato, ma a libera installazione, ha un angolo tutto suo e le due colonne, quella del forno w la ex del frigo sono tornate al loro posto. E mi sono ritrovata un mobile completamente vuoto che, con l’aggiunta di qualche ripiano, ho potuto trasformare in una dispensa.

Ovviamente ho riciclato un po’ di cose.

Il fondo del mobile è stato fatto con i fondi ricoperti di carta a fumetti delle Billy: dopo essere state il primo progetto in assoluto di questo blog, le librerie sono diventate la mia scarpiera nella sgabuzzino e ho tolto i fondi per avere più spazio. Ritagliati a misura evitano che entri polvere nel mobile dal retro.

Poi ho recuperato una struttura ANTONIUS di Ikea che gira per casa da 10 anni: la profondità è perfetta per il mobile e così nella parte inferiore ho dei cestoni dove mettere una parte dei prodotti della dispensa e nella parte rimasta libera ho messo delle bottiglie di olio, così stanno al buio.

Nella parte superiore invece ho inserito dei piani, che mi sono fatta tagliare su misura da un brico.

Il risultato è molto soddisfacente e, soprattutto, mi ha permesso di tenere tutto il cibo in un unico posto, invece che diviso tra vari armadietti della cucina.

Per avere lo spazio per questa nuova dispensa ho dovuto però togliere il pezzo di credenza che avevo appoggiato al muro, che è passata nella zona pranzo, dove ho dovuto togliere un altro mobile e via in una specie di reazione a catena che mi ha portato a rivedere di nuovo un po’ di cose. Ah, ho anche finito il tavolo, ma questo è un altro post.

More from Stefania Girelli

Il nuovo logo di recreathing

Da qualche giorno nell’header di questo blog c’è un nuovo logo. è...
Read More