Il vero post di inizio anno

Questo blog compie un anno. Un piccolo progetto folle che mi sono regalata per i miei 40 anni.

In un anno è cresciuto, mi ha portato qualche riconoscimento e ora tocca a me continuare questo progetto e cercare di farlo diventare qualcosa in cui identificarmi sempre di più.
Quando ho cominciato era solo un modo per fare qualcosa nel tempo libero che mi sono ritrovata dopo aver smesso di stare 8 ore in un ufficio.

Ora la mia casa è una specie di vetrina espositiva dove convivono i miei vecchi mobili con queste cose un po’ folli, anche se sto cercando di amalgamare il tutto.

Non ho venduto nulla un po’ perché mi sentivo e mi sento tuttora un’inesperta. La gente si aspetta mobili perfetti e ben rifiniti e i miei non lo sono affatto, sono un po’ approssimativi, come me, insomma.

Però, come dicevo, mi ha portato dei riconoscimenti che non mi sarei aspettata. Qualcuno ha parlato di me. E qualcuno mi ha chiesto di scrivere, di utilizzare quello che ho imparato e che ho fatto mio in questo anno, ma anche quello che cerco di fare nella mia vita di tutti i giorni.

E allora è questo il mio inizio anno. Il punto da cui partire per continuare a seguire questa strada e cercare di renderla più comoda da percorrere e per non deludere chi mi supporta e sopporta in questa pazzia che porto avanti da poco più di un anno.

La cornice del mio specchio da fiaba ha trovato il suo posto.Ora non è più in camera da letto ma in ingresso a incorniciare lo specchio che era già sulla parete.